Come promuovere un blog post: le strategie di 5 esperti

Come promuovere un blog post- le strategie di 5 esperti

marzo 10, 2017 • content marketing • Views: 589



Non sai come attrarre traffico al tuo blog post?

Hai dedicato tempo a creare un contenuto di qualità, hai scelto con attenzione un titolo efficace, hai curato le immagini da inserire nel post,… e ora?

Come mai le visite sono basse?

Se vuoi dare visibilità al tuo articolo hai bisogno di una strategia. In questo nuovo post troverai le tecniche/strategie usate da alcuni esperti blogger.

Ho chiesto loro: quali sono le due tecniche/azioni più efficaci che usi per promuovere un blog post?

Qui sotto trovi le loro risposte.

Sei pronto per prendere appunti?… Iniziamo!


Andrea di Rocco

Andrea di Rocco – sos-wp.it

Da sempre appassionato di WordPress e SEO, ha creato SOS WP nel 2012 per divulgare le sue guide e           videocorsi su come creare blog e siti web di successo con WP.

 

 

 

 

Negli ultimi cinque anni abbiamo pubblicato oltre 450 guide e ti posso dire che condividere attivamente i propri contenuti è essenziale al fine di avere una fetta di traffico addizionale a quella che viene dalla SEO (traffico organico).

Questo è particolarmente vero per i blog come SOS WP che hanno una natura principalmente informativa, piuttosto che puramente commerciale o social.

Ci sono alcune tecniche che abbiamo usato con risultati ottimi e che chiunque può implementare, vedendo ritorni praticamente immediati.

Queste tecniche sono:

Promuovere i post su Facebook.

Rispetto a Google Adwords, Facebook ha il grande vantaggio di poter creare campagne promozionali molto più targettizzate (si possono cioè indicare dei parametri affinché un contenuto che si vuole promuovere venga mostrato al target più adatto). Anche a livello di costi, i banner Facebook ben studiati possono offrire veramente un buon ritorno sull’investimento.

Per creare campagne che funzionano, consiglio di investire del tempo nella scelta e nella realizzazione del banner. Dal momento che il graphic design e la fotografia non sono però per tutti, suggerisco quindi di fare un piccolo investimento per l’acquisto della licenza di un’immagine stock e di strumenti che aiutano nella creazione di grafiche.

Per SOS WP usiamo Canva, che è un ottimo strumento, disponibile sia in versione gratuita che a pagamento. Per le immagini, di tanto in tanto usiamo Adobe Stock.

La scelta delle immagini per le campagne Facebook è particolarmente importante perché ci sono dei limiti rispetto alla quantità di testo che può essere usato sui banner.

Promuovere i contenuti tramite newsletter.

Per blog di carattere informativo, come SOS WP, usare la newsletter ed altri strumenti di email marketing è fondamentale.

Su SOS WP abbiamo pubblicato moltissimi tutorial. Alcuni di questi sono di interesse più generale (per esempio, la nostra guida sui migliori hosting, quella su come scegliere un buon tema o i post con consigli SEO). Altri articoli rispondono invece a domande o problematiche molto più specifiche, talvolta legate alla richiesta di un utente o alla funzionalità di un singolo tema. In questo caso, promuovere il contenuto all’intera lista non è la strategia più efficace.

Piuttosto, per noi funziona inviare newsletter con minore frequenza ma quando sappiamo che un contenuto può essere realmente utile ad una grande porzione degli iscritti.

È inoltre importante assicurarsi che le informazioni contenute nel post rimangano valide nel tempo e, quando necessario, aggiornare i contenuti affinché siano sempre utili.

Un’altra tipologia di newsletter che inviamo è quella per avvisare gli utenti di novità importanti nel mondo WordPress. Per esempio, aggiornamenti della versione di WordPress. Questa tipologia di newsletter è sempre molto apprezzata ed attrae buoni volumi di traffico verso i post.

Vorrei anche segnalare una ‘strategia bonus’. Da qualche tempo usiamo su SOS WP uno strumento chiamato Hello Bar, che serve a far apparire un piccolo banner in testa al sito. Su questo banner è possibile inserire il link ad un post o ad una pagina a scelta. Anche in questo caso, la Hello Bar può essere usata per dare visibilità ai post di interesse più generale. Per esempio, nel nostro caso potrebbe trattarsi di un articolo pubblicato all’inizio del nuovo anno sulle tecniche SEO per il 2017.

Nel complesso, è importante ricordare che gli utenti non hanno sempre una panoramica completa su tutti i contenuti di un sito e che magari non lo visitano giornalmente. Per questo è importante:

  • Per attrarre nuovi utenti, usare strategie promozionali come campagne Facebook.
  • Per assicurarsi che gli utenti esistenti continuino ad interagire con il sito: segnalare loro i post di maggiore interesse tramite newsletter o banner. Una volta all’interno del sito, potranno poi navigare e trovare risposte a quesiti più specifici.

 


Francesco Ambrosino

Francesco Ambrosino – www.socialmediacoso.it

Si occupa di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redige testi Seo Oriented (SEO Copywriting), cura la strategia e la produzione di contenuti per i Blog aziendali dei suoi clienti, fa formazione e partecipa come speaker ad eventi di settore.

 

 

 

 

Promuovere l’attività di blogging non è facile, perché è più dispendioso, in termini di tempo e di lavoro, della produzione stessa dell’articolo.

Da quando ho aperto Socialmediacoso, ho lavorato molto sulla diffusione dei contenuti sui social network, e in particolare nei gruppi di settore affini al mio. Questo mi ha permesso, col tempo, di affermarmi come professionista del settore e di creare un network di amici/colleghi, con i quali ho poi avviato collaborazione anche molto fruttuose.

Detto questo, credo che non sia possibile, oggi, escludere completamente l’investimento, seppur minimo, in ads, in particolare su Facebook, che ritengo essere molto performante. Un articolo ben scritto, realmente utile, merita di essere sponsorizzato in modo adeguato, per raggiungere più persone potenzialmente interessate e in target.

Questo consente anche di ampliare il proprio bacino di utenza, e creare nuove sinergie.

 


Ludovica De Luca

Ludovica De Luca – ludovicadeluca.com

Come recita il suo profilo twitter: “webwriter, copywriter, blogger e social media manager nata con in mano una biro più che con un’elegante stilo”.

 

 

 

 

Perché scrivi un blog post? Per far conoscere la tua opinione, per offrire consigli, per raccogliere informazioni, per raccontare una storia e, in definitiva, per raggiungere un obiettivo reale e concreto (vendita, iscrizione alla newsletter, download di una risorsa, etc). Per riuscire a raggiungere l’ambita meta e per far emergere la ricchezza dei tuoi post devi necessariamente pianificare un’attenta ed efficace attività di promozione e, cosa fondamentale, devi comunicare non al tuo target di riferimento, bensì con le persone a cui ti rivolgi.

L’attività di promozione di un blog post è efficace solo se è composto come un ecosistema in cui ogni tecnica e ogni strumento (pubblicazione sui social network, individuazione e promozione nei gruppi social di interesse, campagna a pagamento sui social, attività di Digital PR e coinvolgimento di esperti di settore, e-mail marketing e, in alcuni casi, affiliazioni) funziona alla perfezione e tutti collaborano insieme per raggiungere il medesimo obiettivo. Ma il segreto per riuscire ad emergere è uno: parlare CON le perone, scendere in campo e dialogare con loro, nei gruppi di interesse, nei forum, nei commenti sui social network o dello blog post. Dialogare, infatti, ti assicura diversi preziosi vantaggi:

  • fa notare te e quello che hai da dire;
  • ti aiuta a costruire e a gestire il tuo Personal (o Corporate) Branding;
  • ti aiuta a costruire una relazione duratura e longeva, quindi a fidelizzare il tuo lettore;
  • ti aiuta a ottenere promozione gratuita e disinteressata attraverso l’attivazione di un proficuo passaparola online e attraverso le condivisioni spontanee da parte dei tuoi lettori.

Insomma, comunica, parla, dialoga e il tuo blog post spiccherà il volo, libero, beato e leggiadro!

 


Riccardo Esposito

Riccardo Esposito – www.mysocialweb.it

Dal 2008 ottimizza testi per i motori di ricerca (SEO Copywriting) e per le persone, li trasforma, li strapazza, li pubblica. Organizza piani editoriali per i suoi clienti e la formazione.

 

 

 

 

La prima tecnica per promuovere un post riguarda sicuramente lo studio a priori, l’analisi precedente che consente di capire quali sono le esigenze del pubblico.

Se sai quali sono le ricerche – quindi le necessità, le paure, le preoccupazioni e i desideri – delle persone che vuoi raggiungere la strada è in discesa. O meglio, puoi organizzare bene la tua scrittura, la tua pubblicazione.

Se vuoi scrivere un buon contenuto devi essere capace di intercettare queste richieste. Come? Con l’analisi delle query grazie a tool come Semrush e Seozoom, ma anche con un lavoro interno alle community. Devi diventare uno studioso della rete, delle sue interazioni e delle discussioni che nascono nei luoghi condivisi.

Seconda tecnica per ottenere buoni risultati: cura fino allo sfinimento tutto ciò che si trova above the fold. Ovvero nella prima parte dello schermo che contempla titolo, sottotitolo, primi paragrafi e immagine.

Se scegli questi elementi con attenzione puoi ottenere buoni risultati perché riesci a catturare subito l’attenzione del lettore. Il contenuto deve esserci sempre, deve essere ricco e corposo.

Ma se lavori bene con il blocco iniziale puoi ottenere tanto dal tuo articolo. Quindi massima cura a tutto ciò che aggancia l’occhio di chi legge, magari con lo sguardo distratto di chi ancora non ti conosce.

 


Giacomo Freddi

Giacomo Freddi – www.interbusinesscafe.it

Lavora con molte agenzie di web design, si occupa della creazione di siti web ad alta conversione, e di consulenze per la realizzazione di sistemi web innovativi come applicazioni web, mobile, e-commerce da oltre 8 anni

 

 

 

 

Più che di tecnica, sarebbe più giusto parlare di Strategia…
In ordine cronologico, la strategia che consiglio di adottare e che io stesso metto in pratica è:

1 – promuovere il post alla mia lista (traffico caldo, che già mi conosce)

2 – promuovere il post su Facebook, con il pulsante “boosted post”, per mostrarlo ai mi piace della pagina e agli amici dei mi piace

3 – promuovere il post su facebook con una pubblicità ottimizzata “click al sito web”, per mostrarlo al “traffico freddo” ovvero alle persone che non mi conoscono ancora, in modo da

  • farmi conoscere,
  • posizionarmi come esperto e creare un primo legame di fiducia con loro. Spiego i dettagli  in QUESTO ARTICOLO.

4 – è molto importante creare attorno a sé una rete di conoscenze che siano rilevanti nel settore in cui ci si vuole inserire o in cui si è già inseriti.

Per cui serve davvero molto chiedere a tutti gli influencer nominati nell’articolo di promuovere il post alla propria audience (come ho fatto in QUESTO ARTICOLO)

Infine, un BONUS TIP… Quello che spingerà i lettori a ricordarsi dei tuoi contenuti:

Inserire SEMPRE una lead magnet (una risorsa scaricabile per catturare il contatto nella propria lista e fare in modo da avere subito un’audience per la prossima volta)

NOTA: il regalo gratuito deve essere, veloce da consumare (ATTENZIONE: un e-book da 30 pagine NON è veloce!), utilizzabile SUBITO per ottenere un beneficio, e soprattutto iper rilevante con il contenuto del blog post.

Con questi quattro semplici passaggi, riesco a ottenere il meglio da ogni articolo pubblicato sul mio blog ed è quello che mi sento di consigliarti per iniziare a far funzionare le cose.

Tags: , ,

  • Salve a tutti, concordo con quasi tutti i metodi proposti nel post ma ne aggiungerei un altro: il Telegram Marketing, una valida alternativa alla classica Newsletter. Telegram è sicuramente un altro modo per promuovere con successo il proprio blog. Per chi volesse approfondire, ho scritto un post specifico nel mio blog: https://www.alfonsostriano.it/telegram-marketing/

    • Grazie Alfonso per il tuo apporto! Andrò sicuramente a leggere il tuo post.