[Post Checklist] 10 controlli da fare per creare contenuti di qualità

[Post checklist] 10 controlli da fare per creare contenuti di qualità

giugno 20, 2016 • content marketing • Views: 488



Ansia da contenuti…

Molti blogger provetti ne sono sopraffatti!

Il loro unico obiettivo è quello di produrre una montagna di contenuti a discapito della qualità.

Se vuoi avere una marcia in più rispetto a loro devi puntare più sulla qualità. La soluzione che ti serve è la Checklist Definitiva.

Vediamo di cosa si tratta…

(Nota: Troverai il link per scaricare la Checklist in fondo all’articolo)

I 10 elementi da analizzare per validare un blog post

Il processo di validazione di un blog post non consiste in una semplice rilettura veloce per verificare che la lettura sia piacevole e non vi siano errori. Occorre seguire un piano ben preciso. Avere una checklist sotto mano di volta in volta ti permetterà di velocizzare il processo e nello stesso tempo non tralasciare nulla.

Ecco i 10 elementi che vanno analizzati attentamente:

1. Titolo
2. Introduzione
3. Consumazione
4. Obiettivo
5. Multimedia
6. Conclusione
7. Ricerca
8. Categorizzazione
9. Completezza
10. Coerenza

Elemento di Analisi n.1: Titolo

Ecco gli elementi che rendono un titolo eccezionale:

– Una promessa chiara e concisa formulata con un numero di parole strettamente indispensabile
– La promessa fatta nel titolo deve essere mantenuta nel corpo del post
– Un titolo può essere avvincente senza risultare fuorviante o assomigliare ad uno slogan pubblicitario

Ecco un esempio:

scrivere un titolo eccezionale

Questo titolo usato da Dario Vignali nel suo blog segue una formula ben precisa:

Come [Raggiungere il Beneficio Finale] in [Arco di tempo desiderabile]

Nota inoltre come la promessa indicata nel titolo è estremamente specifica e risponde ad un problema ben definito di un pubblico specifico.

A chi è rivolto l’articolo? Agli utenti di Linkedin che vogliono far crescere la propria attività.
Quale beneficio avrà il lettore? Imparerà a trovare clienti, visitatori e leads.
In quanto tempo il lettore riuscirà a mettere in pratica quanto promesso? 30 giorni.

Un errore commesso da diversi blogger alle prime armi è usare titoli vaghi o incompleti.

Per esempio ecco alcuni titoli che possono essere perfezionati:

  • “Titoli Pronti per un Blog Post”
  • “Come impostare una Facebook Ads”
  • “Come raddoppiare gli iscritti alla mailing list”

Con delle semplici modifiche risulteranno di certo migliori:

  • “30 Titoli Pronti per un Blog Post”
  • “Come impostare una Facebook Ads in 5 minuti”
  • “Come raddoppiare gli iscritti alla mailing list (anche se non hai una lista enorme)”

Ovviamente questi sono solo esempi, ma servono per capire che a volte semplici modifiche possono darti grandi risultati.

Approfondimento: puoi trovare un elenco di 23 Titoli Pronti da Usare a questo link.

Elemento di Analisi n.2: Introduzione

Ecco gli elementi che rendono un’introduzione eccezionale:

  • Il testo è estremamente facile da consumare e sviluppa un ritmo
  • Il testo attira il lettore e lo convince a leggere l’intero articolo

Ecco un esempio:

Scrivi un'introduzione eccezionale

Questo post che ho trovato su internetbusinesscafe.it inizia con una semplice frase di due parole “Fammi indovinare…”

Dopodiché seguono frasi gradualmente più lunghe. La frase iniziale desta curiosità, colpisce e costringe il lettore a volerne sapere di più. Dove vuole arrivare l’autore?

La seconda frase fa leva su un desiderio specifico del lettore. Se questo desiderio è forte e il lettore ha un grande bisogno di soddisfarlo, sicuramente continuerà a leggere il post.

Un errore che molti blogger dilettanti commettono è scrivere un’introduzione debole. A volte basta eliminare i primi paragrafi del post e indirizzare il lettore più velocemente al dunque, senza tanti giri di parole.

Ecco alcune frasi con cui potresti iniziare l’articolo:

  • “Finalmente l’hai trovato.”
  • “Ecco il grande equivoco.”
  • “Smetti di leggere se ne hai già sentito parlare.”

Anche se si tratta di poche parole, la prima frase è la parte cruciale dell’intero articolo. Se cominci bene sei già a metà dell’opera.

Elemento di Analisi n.3: Consumazione

Ecco gli elementi che rendono un contenuto eccezionalmente consumabile:

  • Il testo è formattato in modo da rendere l’articolo facile da consumare
  • Le transizioni tra le idee e i sottotitoli sono dolci e morbide

Ecco un esempio:

contenuto consumabile

contenuto consumabile 2

Nota come i paragrafi sono molto brevi: 3 righe al massimo. Paragrafi molto lunghi e testi molto fitti scoraggiano il lettore.

Nota anche l’uso in diversi punti del grassetto e del corsivo per rendere il formato del testo più vario.
Come prassi di solito è bene usare il grassetto nei punti chiave dei paragrafi e il corsivo nei termini tecnici, ma non è una regola.

Per spezzare il testo usa…

  • elenchi puntati
  • elenchi numerati
  • blocchi di citazione
  • sottotitoli
  • Immagini
  • grassetto
  • corsivo

Nota anche dall’esempio come le frasi si susseguono liberamente e al termine di un argomento una semplice frase collega un sottotitolo ad un altro.

Ricorda: un blog post non raggiunge il suo obiettivo se non è facilmente consumabile!

Elemento di Analisi n.4: Obiettivo

Ecco gli elementi per un uso eccezionale degli obiettivi in un blog post:

  • Una chiara call to action che sia rilevante per l’oggetto dell’articolo
  • Scrivere o progettare la call to action per spingere il lettore a compiere l’azione desiderata
  • La call to action si trova in uno o in alcuni dei posti più importanti all’interno del post.

Ecco un esempio:

obiettivo nel titolo

call to action

Nota qual è il titolo del post di Giacomo Freddi che ho scelto come esempio e nota poi l’argomento della call to action (l’immagine qui sopra). L’argomento è lo stesso. Il piano a cui indirizza la call to action è un approfondimento di quanto trattato nell’articolo.

Nota anche le ultime frasi dell’articolo per introdurre la call to action. Viene spiegato in poche frasi perché il lettore ha bisogno della risorsa a cui punta la call to action.

La call to action inoltre viene posizionata in fondo all’articolo perché in questo modo indirizzerà alla pagina del tuo sito solo un pubblico altamente profilato, che ha letto il tuo articolo per intero e quindi è veramente interessato a quello che offri. Questo ti permetterà non solo di aumentare gli iscritti, ma ciò che più conta di aumentare i clienti.

Elemento di Analisi n.5: Multimedia

Ecco gli elementi di un uso eccezionale degli elementi multimediali in un blog post:

– Tutte le immagini e i video devono essere puliti, chiari e di alta qualità.
– Tutti i bisogni di immagini, video e audio sono soddisfatti.

Ecco un esempio:

immagini alta qualità

Nel blog di Kayak.com, famoso motore di ricerca del settore viaggi, vengono usate bellissime foto e video personalizzati nel contenuto.

Impegnarsi nella produzione di elementi multimediali di alta qualità è un modo per emergere dalla concorrenza in un settore saturo di contenuti.

Evita dunque di usare immagini e video si stock. Sono standard ed è facile che troverai le stesse identiche immagini in altri blog.

Elemento di Analisi n.6: Conclusione

Ecco gli elementi che rendono una conclusione eccezionale:

  • La conclusione chiude il post in maniera efficace
  • La conclusione usa umorismo, arguzia, intuizione o suscita in altri modi emozioni spingendo il lettore a commentare, condividere o visitare altre pagine del blog.

Ecco due esempi:

conclusione1

conclusione2

Queste sono le frasi finali di due articoli del blog di Copyblogger.com.

Nel primo l’autore spiega che creare contenuti per il blog non è fine a se stesso. Dice “Il mondo non ha bisogno di un’altro post, tweet o articolo. Il mondo ha bisogno di te”.

Nel secondo i lettori sono invitati a condividere le loro esperienze: una tattica efficace per aumentare i commenti ai tuoi post.

Un errore da evitare nella stesura di un post è quello di scrivere una conclusione frettolosa o addirittura non inserire nessuna conclusione.

Ricorda: è nella conclusione che il lettore deciderà di condividere il post, inserire un commento, cliccare sulla call to action, ecc.

Questo non significa che la tua conclusione dev’essere epica ma assicurati di non concludere il tuo post bruscamente.

Elemento di Analisi n.7: Ricerca

Ecco gli elementi di un uso eccezionale della ricerca in un blog post:

  • Tutti i 5 elementi SEO on-page di una pagina sono ottimizzati per un’unica parola chiave
  • Vengono sfruttate tutte le opportunità di inserire collegamenti ad altri contenuti

Ecco un esempio:

ricerca

L’articolo di esempio tratto dal blog di Internetbusinesscafé.it illustra bene il punto. Come evidenziato la parola chiave scelta è ripetuta in vari elementi del post.

Questa tecnica è nota come ottimizzazione SEO (Ottimizzazione per i motori di ricerca) on-page. Non si tratta di una tecnica difficile. Ti basta scegliere una buona parola chiave specifica per il tuo post ed includerla in questi 5 elementi:

  • Titolo
  • Testo del corpo
  • Attributo <alt> delle immagini
  • URL (indirizzo web del post)
  • Meta description

Elemento di Analisi n.8: Categorizzazione

Ecco gli elementi per un ottimo uso della categorizzazione in un blog post:

– Il post è inserito una categoria appropriata
– Il post è etichettato in maniera appropriata

Ecco un esempio:categorie

Come nell’esempio è buona norma usare nomi di categorie intuitivi che aiutano il pubblico a trovare le informazioni che cercano.

L’uso corretto delle categorie e dei tag è una parte importante dell’esperienza dell’utente sul tuo sito blog.

Anche se spesso è semplice scegliere la giusta categoria o tag per un post, è un punto importante che non può mancare nella nell’analisi e nella validazione di ogni blog post.

Elemento di Analisi n.9: Completezza

Ecco gli elementi di un’eccezionale completezza di un blog post:

  • Il post mantiene completamente la promessa pronunciata nel titolo e nell’introduzione.
  • Ogni idea nel post è perfettamente concretizzata

Ecco un esempio:completezza

A mio avviso i post di Dario Vignali illustrano meglio di qualsiasi altro cosa si intende per completezza.

Se dai un occhiata all’articolo di esempio vedrai che Dario inserisce nei suoi post moltissimi esempi, immagini esplicative, collegamenti ad altri articoli.

Tutti concordano che i suoi post sono realmente esaustivi. E il suo è un ottimo modello da seguire.

Assicurati che il corpo del tuo post mantiene la promessa fatta al 100%. Se non è così, modifica il titolo o torna a lavorare sul tuo post.

Niente potrà distruggere la reputazione del tuo blog più velocemente che scrivere un grande titolo e fallire nel mantenere la promessa.

Cerca dunque le aree del post che possono essere rafforzate aggiungendo:

  • Elementi multimediali (immagini, video, audio)
  • Esempi
  • Dati
  • Collegamenti interni ed esterni per ulteriori informazioni

Poniti l’obiettivo di produrre meno contenuto estremamente completo, piuttosto che creare un alto volume di contenuti che lascia i lettori insoddisfatti.

Elemento di Analisi n.10: Coerenza

Ecco gli elementi di una coerenza eccezionale in un blog post:

  • Il contenuto di un post deve essere coerente con il brand
  • Il contenuto di un post deve essere coerente con altre informazioni pubblicate in precedenza

Il tuo brand è professionale? Irriverente? Accademico?
In ogni caso devi creare contenuti che rafforzano il brand e che siano in sintonia con esso. Questo significa anche scegliere termini più o meno tecnici, oppure parole più o meno informali.

In secondo luogo, assicurati che ogni post non entri in contraddizione con quanto già pubblicato in precedenza. Questo intaccherebbe la tua credibilità e la solidità del tuo brand.

Bene ora hai a disposizione un ottimo strumento per validare un blog post: la Checklist definitiva.
Puoi scaricarla in formato PDF cliccando qui sotto.

http://blog.borghydesign.it/wp-content/uploads/2016/11/La-checklist-definitiva-per-validare-un-post.pdf

(P.S.: Un aspetto fondamentale per validare un blog post è la scelta dell’argomento. Se non scegli l’argomento giusto tutte le altre analisi non serviranno a niente. Scarica SUBITO l’infografica che ti aiuterà a trovare gli argomenti giusti cliccando sul pulsante qui sotto).

Tags: ,