Perché creare un blog farà bene alla tua attività: 7 motivi

Perché creare un blog farà bene alla tua attività: 7 motivi

febbraio 29, 2016 • per iniziare • Views: 798



E’ proprio indispensabile aprire un blog aziendale?
Lasciamo che siano i dati a parlare…

Recentemente Hubspot, un’azienda leader che sviluppa e commercializza soluzioni software per l’inbound marketing ha stilato alcune statistiche che fanno comprendere quanto sia efficace il blog nella strategia aziendale.

Ecco alcuni dati significativi emersi:

  • i marketers che danno priorità al blogging hanno 13 volte più probabilità di godere di un ROI (ritorno sugli investimenti) positivo;
  • entro il 2020 i clienti gestiranno l’85% delle loro relazioni senza parlare con un essere umano;
  • le aziende che hanno un blog ricevono il 97% in più di link al proprio sito web;

Notevole vero? Se ti interessa approfondire l’argomento leggi questo articolo.

E’ chiaro quindi che in generale la strategia del blogging funziona alla grande. Ma è la soluzione che fa per la tua attività?
Direi proprio di sì. Eccoti 7 motivi che lo dimostrano.

Sei pronto? Partiamo con il primo!

1. Nessuno sopporta più la pubblicità diretta

Dimmi la verità, quando vedi la TV o navighi sul web e ti imbatti in uno spot pubblicitario cosa provi?

Secondo me non c’è nulla di più fastidioso che interrompere un film che ami sul più bello con uno spot su un prodotto che facilita la regolarità intestinale, oppure scorrere le notizie sul tuo social preferito ed imbattersi nel solito messaggio promozionale che segnala l’ennesima “occasione imperdibile!”.

Ormai siamo sommersi dalla pubblicità e tendiamo ad evitarla, sei d’accordo?

E’ questo che per affermare il tuo personal brand ed attirare clienti dovresti considerare un metodo più indiretto per pubblicizzarti, che non ti faccia apparire agli occhi delle persone come un “venditore”, come l’ennesimo Pinco Pallino che vuole rifilarti un oggetto o un servizio inutile facendoti credere che non puoi farne a meno.

Il blog è un ottimo strumento acquisire autorevolezza. Se sei costante e pubblichi contenuti di alto valore non farai fatica a convincere i tuoi lettori della qualità dei tuoi prodotti/servizi e della tua competenza ed esperienza nel settore. Come risultato la tua reputazione crescerà e coltiverai nuovi potenziali clienti.

2. Nell’era del web il business è fatto di relazioni

Quando pensi al blog non prendere per scontato che ogni articolo che comparirà sarà scritto da te. Se dai un’occhiata a diversi blog affermati noterai subito che a volte vengono ospitati articoli di altri blogger del settore. Perché avviene questo?

Hai mai sentito parlare di Guest Blogging? E’ una strategia che si rivela utilissima sia a chi ospita l’articolo sia al blogger che lo scrive. Chi ospita si risparmia il lavoro di ideazione e scrittura di un articolo mentre chi scrive sfrutta il pubblico di un blog molto seguito per indirizzare le visite al suo blog.

Questo è solo un esempio di quanto il successo sul web dipenda dalle collaborazioni tra diversi professionisti. Il web è un mercato con ottime opportunità ma per emergere devi stringere delle relazioni.

E il blog ti aiuta in questo senso. I lettori dei tuoi articoli possono pubblicare dei commenti, ciò ti permette non solo di conoscere il loro parere sull’argomento ma permette anche uno scambio di vedute, di informazioni, e questo non può far altro che fare bene alla tua attività.

3. Scrivere ti aiuta a crescere

Gli articoli di un blog hanno l’obiettivo di fornire ai lettori soluzioni efficaci a problemi specifici che incontrano. La misura in cui gli articoli del tuo blog mireranno ad un problema particolarmente sentito dai tuoi lettori, e forniranno una soluzione efficace e veloce, determinerà il successo del tuo blog e quindi della tua attività.

Ma hai mai pensato a come il tuo blog sia utile anche a te?

Per poter scrivere sempre nuovi articoli utili ed interessanti dovrai necessariamente documentarti, studiare, approfondire. Questo sarà un incentivo ad accrescere le tue competenze e stare al passo con le esigenze del mercato.

Quindi scegliere la strategia del blog ha un duplice scopo: risolvere i problemi dei lettori e far crescere la propria attività.

scrivere aiuta a crescere

4. Il blog è un filtro per il traffico

Sul web perché tu sia notato occorre indirizzare traffico sul tuo sito web. Se non lo fai il tuo sito sarà più isolato e nascosto di un’oasi in mezzo al deserto! Il tuo traffico sarà pari a 0! Per indirizzare traffico hai due soluzioni:

  • gli annunci a pagamento (Google Adwords, Facebook Ads, Bing Ads, Twitter Ads…)
  • il blog

Senza il traffico il tuo sito web sarà più isolato di un'oasi in mezzo al deserto! Condividi il Tweet

Benché il sistema degli annunci a pagamento ti offrono delle parametrizzazioni per intercettare un pubblico con precise caratteristiche, come l’età, il sesso, la località, ecc. non tutti quelli che atterreranno sul tuo sito avranno lo stesso interesse per i prodotti che vendi o i servizi che offri.

Passando invece attraverso il filtro del blog potrai inviare al tuo sito web solamente persone che nutrono un certo interesse in quello che offri. Di conseguenza aumenteranno le probabilità che questi visitatori acquistino qualcosa da te.

5. Metti le conoscenze nero su bianco

Una delle cose più difficili è convincere una persona che non ti conosce e non conosce la tua attività del valore dei tuoi prodotti o dell’utilità dei tuoi servizi. E’ sempre difficile rispondere alla domanda perché dovrei compare da te?

Questa risposta, invece di improvvisarla la puoi mettere per iscritto gestendo il tuo blog. Non avrai bisogno di saperti vendere a parole, il tuo blog parlerà per te. Le persone acquisteranno dal tuo sito anche senza aver parlato con te di persona.

6. Il blog può dare un tocco personale alla tua attività

I fattori che inducono una persona ad acquistare da un sito web piuttosto che da un’altro simile non sono sempre oggettivi. Questo spiega perché i blog che funzionano non sono scritti in terza persona in modo freddo.

Anche se si tratta di blog aziendali è sempre un individuo che scrive gli articoli in prima persona. Esiste poi sempre una sezione del blog “Chi sono” che fornisce dettagli sul blogger per conoscere chi è e qual è il suo ruolo in un’azienda.

Questa strategia contribuisce a rendere più personale un’azienda. Il blogger non fornisce solo istruzioni ma racconta storie, esperienze, eventi. Di conseguenza la lettura di un blog crea emozioni, stati d’animo che sono i fattori che inducono maggiormente una persona all’acquisto.

la lettura di un blog crea emozioni, stati d'animo Condividi il Tweet

7. E’ gratis

Un aspetto non meno importante del blog è che con le giuste strategie ti permette di inviare traffico al tuo sito web senza pagare un centesimo (costo dello spazio web a parte ovviamente).

Citando nuovamente l’articolo comparso su Hubspot “L’unica cosa che spendi con il blogging è il tuo tempo”. Sicuramente molto meglio di spendere centinaia di Euro al mese in campagne pubblicitarie PPC (Pay per Click).

Dopo questo articolo avrai capito che se vuoi far crescere la tua attività dovresti creare al più presto il tuo blog.

Prima di farlo però attenzione a non commettere due errori molto diffusi.